Biancaneve e i sette nani

biancanevenani1
Titolo originale: Snow White and the seven Dwarfs
Regia: David Hand
Musiche: Frank Churchill Leigh Harline, Paul J. Smith
Produzione: USA 1937
Genere: Animazione
Durata: 83 minuti

 

Trama
Biancaneve, a causa della propria avvenente bellezza, scatena l’ira della matrigna ed è costretta a fuggire nella foresta per evitare la morte. Qui troverà un’allegra famiglia formata da sette piccoli nani che l’accoglieranno dapprima con diffidenza, poi con gioia e affetto. Il pericolo, tuttavia, non è scampato e la giovane morirà davvero a causa di una mela avvelenata che la matrigna le offrirà con l’inganno. Solo il bacio del vero amore potrà rompere l’ incantesimo.

 

Recensione
Tratto dall’omonima favola dei fratelli Grimm, “Biancaneve” ebbe, durante il periodo della sua produzione, una vita non facile. Innanzitutto economicamente: per finanziare i lavori, Disney mise a dura prova la fedeltà, la salute dei propri lavoratori e anche di se stesso, il quale spesso accusava crisi a causa della propria tensione nervosa. Secondo i propri calcoli, Walt stimò le spese della produzione a una somma che superava di molto i precedenti cortometraggi, ma quella che ne risultò fu una cifra che nessuno fra i produttori di allora avrebbe mai potuto immaginare per un lungometraggio. In secondo luogo “Biancaneve”, prima della sua uscita, venne considerato da molti giornali dell’epoca come la “follia Disney”: nessun animatore prima di allora si sarebbe sognato di realizzare un lungometraggio con una storia d’animazione, non solo per la difficoltà e per il tempo necessario ma anche per la poca fiducia nella pazienza di un pubblico abituato a storielle animate non più lunghe di una decina di minuti. A dispetto di qualsiasi consiglio e supposizione, Disney continuò invece il proprio lavoro, che divenne il primo vero e proprio lungometraggio animato della storia. Il film uscì nel 1937 sconvolgendo ogni aspettativa: entrò a far parte dei cento più grandi film americani di tutti i tempi e fece guadagnare alla Disney Productions ingenti somme di denaro, che servirono quasi completamente a ripagare i debiti accumulati.

La fiaba animata di Walt Disney venne più volte riproposta al cinema, riscuotendo sempre notevole successo di pubblico.

 

Puoi leggere questo articolo anche su Recencinema.it

Posted In:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...