Vogliamo vivere!

vogliamo vivereTitolo originale: To be or not to be

Regia: Ernst Lubitsch

Cast: Robert StackCarole Lombard, Jack Benny

Musiche: Werner Richard Heymann

Produzione: USA 1942

Genere: Commedia

Durata: 100 minuti

 

Trama

Durante gli anni della seconda guerra mondiale, una compagnia teatrale polacca cerca di mettere in scena uno spettacolo che parla proprio del nazismo. La compagnia, costretta a rinunciare al sogno di debuttare con la commedia, finirà comunque invischiata all’interno di un’infinita sequenza di equivoci d’importanza nazionale, durante i quali dovranno recitare molto di più che la parte di una semplice commedia.

Recensione

Vogliamo vivere!” è un film che, per gli anni in cui è stato girato e per la storia che narra, può essere giudicato davvero sconvolgente. Trattare l’ argomento nazismo in quegli anni poteva essere molto rischioso, parlarne in chiave addirittura comica a dir poco pericoloso. Ernst Lubitsch ha sfidato dunque l’opinione pubblica mettendo davanti alla macchina da presa una compagnia di bravissimi attori, costretti a lottare per rimanere a galla in un vortice di malintesi ed equivoci da loro stessi creati. Di una comicità quasi sorprendente, è un film che riesce a ironizzare sulla drammaticità di una situazione politica che ha ben poco di comico. A capo degli attori la coppia Maria Tura (Carole Lombard) e Josef Tura (Jack Benny), che riuscirà a dirigere in modo ottimale questo infinito spettacolo ai danni dei nazisti, una perfetta fusione fra realtà e finzione che trascina lo spettatore a chiedersi, sequenza dopo sequenza, se i nostri attori ce la faranno a uscire dall’intreccio di tutte le bugie che hanno messo in piedi e a raggiungere finalmente il loro obiettivo.

vogliamovivere4Il titolo originale “To be or not to be” allude a una delle scene più famose e ripetute del film, nella quale, durante il monologo principale dell’Amleto, Josef Tura viene disturbato costantemente da uno spettatore che si alza ed esce dalla sala per raggiungere la moglie dell’attore nei camerini.

Puoi leggere questo articolo anche su Recencinema.it

Posted In:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...