Universi Transmediali

Ci sono storie che non sono adatte per viaggiare da un media all’altro.

Punto.

Non c’è “ma” che tenga, non tutti gli universi narrativi hanno le caratteristiche giuste per raggiungere tale obiettivo.

In ogni caso, è importante capire che non tutto “deve” per forza nascere con lo scopo di essere transmediale.

Molti film, per esempio, funzionano così come sono confezionati, soddisfano il pubblico e chiuso il discorso.

Ma la domanda allora è: quali sono le storie più adatte per tessere una sorta di gigantesca ragnatela che sappia incastrare il pubblico alimentando un interesse continuo?

MONDI, NARRAZIONI E FIGURE ARCHETIPICHE

Una carta fondamentale è giocata dall’utilizzo di strutture drammaturgiche ben consolidate, piene di simboli e figure archetipiche riconoscibili da chiunque.

É questa la ragione per cui alcuni generi funzionano meglio di altri, come il giallo, il fantasy o il racconto d’avventura.

Non so se l’hai notato ma i mondi più utilizzati in assoluto sono quelli che girano attorno ai supereroi che, non per niente, sono simboli universali.

Il pubblico ha bisogno di “personaggi archetipo” ai quali far riferimento, personaggi che l’intera umanità possa riconosce a livello inconscio.

STORIE A CIPOLLA

Immagina la struttura a strati di una cipolla, fatto?

Ecco, ora immagina più o meno lo stesso per la struttura di un universo transmediale.

Strati, strati e strati. Ogni strato va sviluppato e approfondito al massimo delle sue possibilità.

E cosa succede quando arrivi all’ultimo strato di una cipolla? Piangi.

Ecco, questo è ciò che deve accadere anche con il tuo universo. Più esplori e scavi da uno strato all’altro più il pubblico si emoziona, empatizza con i personaggi e si sente partecipe in prima persona delle avventure narrate.

Nel momento in cui crei un “universo cipolla” riesci anche a progettare fin dal principio tutti gli incastri possibili del puzzle, ogni sottotrama, ogni concatenazione e tutti i salti fra un media e l’altro che lo spettatore dovrà affrontare.

ALIMENTA L’IMMAGINARIO COLLETTIVO

“Quando ho iniziato bisognava puntare sulla storia, perché senza una buona storia non c’era film. In seguito, quando sono venuti di moda i sequel, si puntava sul personaggio, perché un buon personaggio poteva sostenere molte storie. Ora si punta sulla raffigurazione di un mondo, che può dar luogo a molti personaggi e molte storie, su più mezzi di comunicazione”.

Henry Jenkins

Ciò che devi fare non è creare un buon personaggio e una buona storia, non solo almeno.

Ciò di cui hai bisogno è un “mondo” dentro al quale inserire ottimi personaggi e un sapiente incastro fra le loro storie.

L’autore di un universo transmediale ha bisogno di trame autentiche e credibili che stimolino la curiosità dello spettatore, devono affezzionarlo a un livello tale da costringerlo all’immersione totale.

Sarà lui stesso a desiderare il salto fra media differenti pur di non perdere nemmeno un dettaglio ed è per questo che il tuo compito è far si che tale universo sia straordinario, ricco di stimoli e suggestioni.

Viaggiare al loro interno fa sentire importante lo spettatore perché lo rendono a tutti gli effetti un vero protagonista.

UNA SOLIDA CHIAVE DI LETTURA

Se il tuo mondo non ha una solita chiave di lettura hai fallito in partenza. Che significa?

Significa che hai bisogno di un punto di riferimento che crei una convergenza fra le storie e tale chiave deve essere ibrida e condivisibile da ogni medium e dal pubblico.

Può essere rappresentata da un tema particolare, da un avvenimento o da un concetto ben stabilito, l’importante è fare sempre riferimento ad essa.

Tu che ne pensi? Hai mai progettato un “universo cipolla”?

Secondo te quali sono gli elementi in grado di rendere una storia davvero transmediale?

Posted In:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...