“La Fabbrica delle Meraviglie” di Stefano Bessoni

Ti è mai capitato di essere nel posto giusto al momento giusto?

A me mai, o meglio, solo una volta.

Qualche mese fa sono stata alla Children’s Book Fair di Bologna, giravo confusa fra gli stand senza saper bene da che parte guardare, troppi colori, troppi stimoli da tenere a mente e troppo poco tempo per poter vedere tutto.

All’improvviso e senza capire bene come, mi ritrovo in un ingorgo di persone ammassate e sudaticce.

Perché? Cosa diavolo stava accadendo?

fabbrica delle 2Mi volto verso sinistra e vedo lo stand della Logos Edizioni, oltre il muro di gente quattro innocui personaggi erano seduti a un tavolo. Autografavano libri e disegnavano piccole illustrazioni tanto velocemente da non riuscire a seguire la mano.

Fra di loro c’era Stefano Bessoni.

Per chi non lo sapesse Stefano Bessoni è un illustratore e animatore stop-motion. Insegna queste materie alla Griffith di Roma, alla Fabbrica delle Favole di Macerata ed è stato un docente di regia Cinematografica alla NUCT di Cinecittà.

Con la Logos ha pubblicato diversi libri fra i quali Alice Sottoterra, Canti della Forca e quest’ultima meravigliosa opera tutta dedicata alle inquietanti marionette che animano i suoi lungometraggi in stop-motion.

É inutile dirti che se ami il genere non puoi non leggere questo libro, ma per darti una motivazione ulteriore ti riporto le parole di Bessoni.

Nessuno meglio di lui può preparati ad entrare nella sua Fabbrica delle Meraviglie.

Immagine_Stefano-Bessoni“Dimenticate i colori sgargianti dei cartoni animati per bambini, gli animaletti canterini dei film della Disney e le storie tranquillizzanti per famigliole felici con lieto fine assicurato, perché la stop- motion è la parte nascosta dell’animazione, quella più misteriosa, oscura, perturbante, quelle che le persona normali generalmente cercano di evitare e che spesso frettolosamente tendono a etichettare come inquietante. (…)

Ma se si perde quella ritrosia ingiustificata, quel timore iniziale che a volte può infondere sensazioni sbagliate, si potrà scoprire un mondo meraviglioso.”

Posted In:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...